giovedì 1 dicembre 2011

MARC JACOBS CHEZ DIOR?


Notizia ufficiale di ieri...
Marc ha rifiutato l'offerta del gruppo LVMH e di conseguenza niente DIOR.

Sfuma così l'ipotesi che il mio designer preferito diventi il nuovo direttore creativo della maison francese al posto di Galliano...

Se Paris Group, il gruppo con base a Dubai attivo nel fashion e nel settore alberghiero da oltre 25 anni di proprietà della famiglia SANKARI, ha annunciato qualche giorno fa che il contratto con i due stilisti Stefano Citron e Federico Piaggi, con un passato da Byblos, Mila Schon e nell'ufficio stile di Ferré all'epoca del suo fondatore, sarà rinnovato per più stagioni e alla direzione creativa della donna si aggiunge anche quella dell'uomo della griffe italiana di via Pontaccio, ancora lunga, invece, sembra la strada che porterà alla nomina del nuovo direttore creativo di Christian Dior..


L'ipotesi MARC JACOBS che era il candidato più accreditato per il ruolo, si è definitivamente allontanata dopo le richieste del designer americano di portare con sé tutto lo staff di LOUIS VUITTON, mossa che danneggerebbe sicuramente il brand... 
Ora si torna a parlare, quindi, di nomi già circolati precedentemente come Alexander Wang, a cui il colosso francese LVMH offrirebbe anche un supporto finanziario entrando con una quota nel marchio che porta il suo nome, come già accaduto con MARC JACOBS e JOHN GALLIANO, Raf Simons e Jason Wu senza dimenticare il direttore creativo di Givenchy, Riccardo Tisci, già preso in considerazione nei mesi scorsi...

Per ora, nonostante l'accoglienza non troppo entusiastica rivolta alla couture che ha sfilato lo scorso luglio, Bill Gaytten, direttore creativo di John Galliano, di cui è stato assistente per molti anni, rimarrà ancora la timone della fashion house di avenue Montaigne e visto che è impossibile che Arnault riprenda i contatti con Marc, il presidente di LVMH sta continuando le ricerche malgrado ci sia ancora chi spera in un ritorno, molto, improbabile, del creativo di Gilbeterra...

L'unica cosa chiara per ora è che non c'è alcuna certezza, non c'è fretta e nessun commento arriva dai diretti interessati. DIOR resta ancora senza direttore creativo.



3 commenti:

  1. Che peccato, anche io tifavo per Jacobs...ero curiosa di vedere cosa avrebbe combinato! :)
    Aspettiamo altre news!

    RispondiElimina
  2. Non c’è alcuna fretta perché è chiaro a tutti che la forza del marchio è decisamente superiore all’influenza dello stilista che lo disegna. Ai non addetti ai lavori interessa ben poco chi sia il direttore creativo e i fatturati lo dimostrano.

    RispondiElimina
  3. mi piacerebbe vedere invece Tisci! secondo me, è la persona giusta.
    bel articolo tesoro *:* ti auguro una splendida domenica!! un bacione grandissimo!
    ti vogliamo bene :-)))

    RispondiElimina

Grazie del vostro prezioso commento:)....

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...